La pianura veneta è stata resa tale e ingrandita grazie all’intervento di alcuni fra i più importanti fiumi italiani:  il Po, l’Adige, il Brenta, il Piave e il Tagliamento. Favoriscono l’agricoltura una fitta rete di canali artificiali che spesso sfruttano l’acqua proveniente dalle risorgive.

Avvicinandosi al mare la pianura si confonde con alcune delle zone più interessanti d’Italia, in particolare: il Delta del Po e la Laguna Veneta.
Per il resto, la costa si presenta ovunque come bassa e sabbiosa.

Le colline venete appartengono principalmente alla fascia che si allunga ai piedi delle prealpi. Per fare alcuni esempi, si ricordano le colline che da Bassano del Grappa proseguono fino a Vittorio Veneto, passando per Asolo e Conegliano.La montagna veneta è rappresentata per il 70% dalle Dolomiti della Provincia di Belluno. Quest’area è di particolare valore paesaggistico e naturalistico, ma anche turistico. Sovente le cime superano i 3.000 e culminano con i 3.342 m della Marmolada. Altri massicci degni di nota sono le Tre Cime di Lavaredo, l’Antelao, il Pelmo.

Da. www.wikipedia.org Dolomiti

Da. www.wikipedia.org
Dolomiti

 

Da: www.wikipedia.org Laguna veneta

Da: www.wikipedia.org
Laguna veneta