Il primo prodotto caratteristico, della cucina toscana, è il pane prodotto senza sale. Ne derivano una lunga serie di ricette: la panzanella, la panata, la ribollita,la zuppa di verdura, la minestra di cavolo nero.

Altra caratteristica della cucina toscana è l’uso di carni bianche e di selvaggina: polli, tacchini, oche, faraone. La lepre ed il cinghiale costituiscono il menù delle grandi feste.

Tra i piatti più conosciuti ricordiamo:

  • Cacciucco, alla livornese: è un piatto a base di pesce,  composto da diverse qualità, crostacei e molluschi, messo a cucinare in tempi diversi,  in salsa di pomodoro e poi adagiato su fette di pane abbrustolito.
  • Bistecca alla fiorentina: è un taglio di carne di vitellone comprensivo dell’osso, da cuocersi al sangue sulla griglia.

    Da:www.flickr.com Cantucci e Vin santo

    Da:www.flickr.com
    Cantucci e Vin santo

  • frittata con gli zoccoli: preparata con cubetti di pancetta stesa che deve però essere di carne magra.
  • Ribollita:  tipica  zuppa di pane raffermo e verdure. Un tempo le contadine ne cucinavano una gran quantità e quindi veniva “ribollito” in padella nei giorni successivi.
  • Cantucci: sono biscotti secchi alle mandorle, ottenuti tagliando a fette il filone di pasta ancora caldo. Si accompagnano ad una bevandaalcolica chiamata “Vin santo”.
  • Panforte: dolce natalizio preparato con miele mescolato  allo zucchero. A questa base si uniscono canditi,  farina, vaniglia spezie, mandorle e le nocciole intere.

 

Da:www.njmonthly.com Bistecca fiorentina

Da:www.flickr.com  Cacciucco
Da:www.flickr.com
Cacciucco