RIMANE LA MONARCHIA

Alla fine del 1789 la Francia era ancora una monarchia e, nonostante la rivoluzione molti problemi erano rimasti irrisolti.

  • Il re non aveva ancora approvato la Prima Costituzione della “Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino”.
  • Continuava la mancanza di pane e di cibo.
  • C’era molta disoccupazione.
  • Il popolo aveva paura che il re organizzasse una congiura con i nobili, contro il popolo.

Il 5 ottobre, davanti alla reggia di Versailles dove abitava il re, si è riunita una massa di più di seimila persone che ha chiesto il trasferimento del re da Versailles a Parigi perché così nella capitale poteva essere meglio controllato. Il popolo, infatti credeva che il re stesse preparando un’azione controrivoluzionaria.

www.wikimedia.org

www.wikimedia.org

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

Il re Luigi XVI e la regina Maria Antonietta, con tutta la corte, sono stati costretti a spostarsi a Parigi e da lì hanno dovuto riconoscere il potere dell’Assemblea Costituente e accettare la Costituzione ed il nuovo sistema legislativo.

Durante tutto l’autunno, l’Assemblea ha continuato le riforme per chiudere definitivamente non solo il periodo feudale ma tutto il periodo dell’Ancient Régime.

GUARDA IL VIDEO LIS