Perché quadri tattili?

Fin dalla scuola primaria i libri di testo per educazione all’immagine presentano quadri d’autore da osservare ed una serie di domande a cui rispondere che riguardano i colori, le sensazioni che questi suscitano, le linee grafiche, la composizione ecc. Nulla a cui l’allievo non vedente possa accedere se non attraverso il disegno tattile.

Nella realizzazione di questi quadri si è cercato in particolare di trasmettere lo stile pittorico dell’autore (tipo di pennellata, modo di accostare i vari elementi della composizione, tipo di proporzioni tra gli elementi ecc.) e di far comprendere i diversi piani della rappresentazione.

Il campo di papaveri di Monet, ad esempio, realizzato con una scomposizione di : 1° piano, 2° piano, e sfondo, tenuti insieme da un ferma campioni che ne consente il movimento e permette di scoprire gli elementi di ciascun piano.

L’esplorazione tattile andrà guidata, vista la complessità delle opere.

PICASSO 

Guernica

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

KLIMT

L’Albero della vita

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

VAN GOGH

Notte stellata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

CHAGALL

Sinfonia della musica

P1050483

P1050482

P1050481

P1050479

P1050480 P1050478

la sinfonia della musica

La mucca con l’ombrello

P1050476

P1050475

P1050474

P1050473

P1050472

La mucca con l'ombrello

Monet

Il campo di papaveri I piano

O

 

Il campo di papaveri II piano

O