• LA STORIA DEI PROMESSI SPOSI

I Promessi sposi raccontano la storia di due ragazzi di umili origini, Renzo e Lucia, che vogliono sposarsi, ma non possono a causa dell’intervento di un signorotto spagnolo che ordina al prete, Don Abbondio, di bloccare il matrimonio.

I due ragazzi devono affrontare tante avventure prima di riuscire a sposarsi grazie all’intervento di personaggi positivi e della Provvidenza (cioè di Dio), in cui il Manzoni ha molta fede.

Il romanzo è stato scritto da Manzoni nel 1800 ma è ambientato nel 1600 in Lombardia, al tempo del dominio spagnolo in Italia.

Racconta gli anni dal 1628 al 1630, quando in Italia è scoppiata la malattia della peste.

  • LO STILE ED IL TITOLO DEL ROMANZO

Nei Promessi Sposi Manzoni inventa uno stile nuovo: mescola racconto, dialoghi, storielle, fatti storici e giudizi morali.

Il romanzo è stato riscritto da Manzoni molte volte perché l’autore ha cercato di scriverlo in una lingua comune a tutte le regioni d’Italia e alla fine ha scelto come base la lingua di Firenze.

Il titolo è stato cambiato tre volte. All’inizio era “Fermo e Lucia”, poi Manzoni l’ha cambiato ed è diventato “Gli sposi promessi” e infine “”I promessi sposi”.

Manzoni per scrivere il suo romanzo fa finta di aver trovato in una soffitta un manoscritto (= libro scritto a mano) con la storia dei due giovani che vogliono sposarsi e che devono affrontare molte avventure, così comincia la storia di Renzo e Lucia…