PROMESSI SPOSI

CAPITOLO TRENTAQUATTRO

Anche verso la città di Milano si vedono le scene e i problemi della peste. Renzo paga una guardia e riesce a entrare dentro la città di Milano per cercare Lucia ma non sa dove andare. Prova a chiedere informazioni ma le persone sono tutte spaventate per la peste e nessuno vuole aiutare Renzo.

Renzo è attirato dalle grida di una donna e dei suoi bambini dentro una casa. Alcune persone l’avevano chiusa dentro perché credevano che lei portasse la peste come gli untori. Renzo aiuta la donna e i bambini, regala loro del pane e le promette di avvisare qualcuno e infatti subito dopo incontra un prete e gli racconta della donna in difficoltà e di andare a salvarla.

In tutta la città Renzo vede delle scene terribili di dolore e  morte. Dappertutto c’è puzza di cadaveri, c’è sporcizia, case abbandonate e le strade sono deserte. Le persone sopravvissute non vogliono toccare i malati o i morti perché hanno paura dell’infezione della peste.

I monatti passano a raccogliere i morti sui carri. Renzo vede una scena terribile: una mamma porta in braccio la sua bambina morta e la mette sul carro. E’ la famosa scena di Cecilia. Renzo rimane molto colpito ed è commosso.

Mentre cammina per le strade di Milano, Renzo chiede a tutti notizie di Lucia e poi finalmente incontra una donna che gli dice che Lucia è stata portata al Lazzaretto.

Renzo è preoccupatissimo, crede che se Lucia è all’ospedale allora anche lei è malata di peste. Renzo si appoggia alla porta di una casa e una donna, crede che lui sia un untore, uno di quegli uomini che diffondono il virus della peste apposta.

La donna comincia a gridare, arrivano tante persone e tutti vogliono aggredire Renzo. Per scappare Renzo è costretto a salire sul carro coi monatti e vede delle cose terribili: il carro è pieno di morti e i monatti festeggiano cantando e bevendo vino!

Renzo e i monatti arrivano al Lazzaretto: era pieno di malati o di persone guarite ma col il corpo rovinato dalla peste. Ci sono anche molte persone che sono diventate matte a causa della malattia.

GUARDA IL VIDEO LIS