PROMESSI SPOSI

CAPITOLO TRENTUNO

In questo capitolo Manzoni descrive la malattia della peste che  è stata  una grande tragedia che ha distrutto tutta la popolazione. La malattia è contagiosa ed è scoppiata in  tutto il territorio percorso dai soldati spagnoli e tante persone hanno cominciato a morire velocemente. La peste è una malattia che provoca  febbre, palpitazioni al cuore, delirio e macchie scure  sulla pelle che si chiamano “bubboni”. La peste attacca velocemente anche solo toccando le persone già malate.

In quel tempo, tanti dottori avevano provato a risolvere questa malattia. Manzoni racconta anche episodi negativi di dottori che non facevano bene il loro lavoro durante il periodo della peste e che diffondevano pettegolezzi e paure inutili tra la popolazione.

Anche questo, infatti, ha aumentato il diffondersi della malattia nonostante i consigli dei medici e dei preti: molte persone erano ignoranti e credevano cose sbagliate. Per esempio  che la peste era una maledizione portata dal diavolo o da persone pagate apposta per diffondere la malattia tra i villaggi tramite veleni o maledizioni.

La gente credeva che l’origine della malattia era una sostanza gialla che veniva trovata spalmata su porte e muri delle case. Questa sostanza in realtà veniva spalmata sulle porte per indicare che in quella casa c’erano persone malate. Questo lavoro era fatto da uomini che erano chiamati “untori”: le persone pensavano che fossero loro a diffondere la malattia, ma non era vero.

I casi di morte aumentavano ogni  giorno e molte persone approfittavano di questa situazione per guadagnare sui problemi dei malati. Per esempio, i “monatti”  erano uomini con il compito di trasportare i malati all’ospedale, cioè al Lazzaretto, di raccogliere i morti e buttarli tutti insieme nelle fosse comuni. I monatti trasportavano i malati e i morti sopra dei carretti e avevano dei sonagli legati alle mani e ai piedi che suonavano quando loro passavano per le strade per avvisare le persone di scappare. I monatti per fare questo lavoro chiedevano tanti soldi alle persone e approfittavano anche delle persone povere o sofferenti.

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

GUARDA IL VIDEO LIS