PROMESSI SPOSI

CAPITOLO VENTI

Don Rodrigo vorrebbe rapire Lucia e portarla al suo castello ma da solo non sa come fare, così chiede aiuto ad un altro signore potente. Il Manzoni chiama questo signore l’ “Innominato” perché è così potente e crudele che non può essere nominato.

Manzoni descrive il “castellaccio” dove abita l’Innominato. E’ un castello che assomiglia a quello di Don Rodrigo: è in alto su una montagna da dove si può controllare tutto.

Don Rodrigo e il Griso vanno al castello dell’Innominato. Per entrare devono ubbidire alle regole del padrone di casa: devono posare e lasciare fuori tutte le armi. Per loro è una grande umiliazione!

Don Rodrigo spiega all’Innominato il problema di Lucia, la sua volontà di rapirla e il fallimento del primo rapimento. L’Innominato accetta di aiutare Don Rodrigo e di rapire Lucia: così può dimostrare di essere potente, di non seguire le regole e di poter fare tutto quello che vuole.

L’Innominato dà l’incarico di rapire Lucia al suo bravo più capace e fedele: il Nibbio.

Intanto Don Rodrigo manda il Griso a Monza dove c’è Lucia. Il Griso a Monza conosce Egidio, l’amante di Suor Geltrude. Il Griso chiede aiuto a Egidio per rapire Lucia. Egidio obbliga Geltrude a collaborare al rapimento e lei è costretta a ubbidire al suo amante anche se non è d’accordo.

Geltrude trova una scusa e dice a Lucia di uscire dal convento di Monza. Quando Lucia esce, ci sono i bravi dell’Innominato che la aspettano con una carrozza. I tre bravi rapiscono Lucia all’improvviso, la fanno entrare nella carrozza anche se lei protesta e cerca di scappare. I bravi sono dei delinquenti professionisti, quindi il rapimento è veloce e non vengono visti da nessuno.

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

I bravi portano Lucia al castello dell’Innominato. L’Innominato ha deciso che una vecchietta, sua serva,  deve rimanere sempre con Lucia per controllarla. Se così ha deciso l’Innominato, tutti devono ubbidire.

Lucia è disperata: piange e grida per molto tempo e perfino il Nibbio la sente ed è dispiaciuto per lei.

In questo capitolo Manzoni vuole dimostrare che l’amore puro è solo quello che esiste tra Renzo e Lucia. Invece l’amore tra Suor Geltrude ed Egidio o di Don Rodrigo per Lucia non sono amori puri: sono negativi, provocano cattiveria, distruzione e sofferenza.

GUARDA IL VIDEO LIS