PROMESSI SPOSI

CAPITOLO DIECI

Geltrude deve subire una forte violenza psicologica a casa di suo padre, così preferisce ritornare in convento. In convento deve superare un esame e dire ufficialmente che desidera diventare suora di sua volontà e senza nessun obbligo. Geltrude non ha il coraggio di dire la verità e di esprimere i suoi dubbi, così alla fine diventa suora e viene festeggiata da tutto il convento.

Geltrude però non riesce ad essere felice, non ha una vera fede, non riesce a perdonare la sua famiglia e non riesce ad accettare la sua vita insieme alle altre suore. Diventa passiva, depressa, ribelle, non vuole rispettare le regole del convento e cerca continuamente una persona a cui dare fiducia per trovare aiuto ed affetto.

Disperata, conosce un ragazzo non molto serio, che abita vicino al convento e diventa la sua amante. Il ragazzo si chiama Egidio.

Il pezzo che racconta il loro incontro e la risposta di Geltrude sono molto famosi:

Il nostro manoscritto lo nomina Egidio…Costui, da una finestrina che dominava un cortiletto del quartiere, avendo veduta Geltrude qualche volta passare o girandolar di lì, per ozio, allettato anzi che atterrito dai pericoli e dall’empietà dell’impresa, un giorno osò rivolgerle la parola. La sventurata rispose”.

Geltrude crede di aver finalmente trovato la felicità e si innamora perdutamente di Egidio e lo incontra sempre di nascosto vicino al convento. Una suora però scopre il loro segreto e per evitare scandali Egidio la uccide e la seppellisce vicino al giardino del convento. Geltrude sa tutto e diventa complice di Egidio nel delitto e non dice niente a nessuno.

Quando Lucia e Agnese arrivano nel convento di Monza è passato un anno dal delitto della suora. Geltrude fa molte domande a Lucia sul perché deve nascondersi, su Don Rodrigo, sul suo fidanzato Renzo. È chiaro che Geltrude è gelosa di Lucia, della sua vita di ragazza libera e del suo matrimonio con Renzo.

GUARDA IL VIDEO LIS