PARADISO: SECONDO CANTO

Dante avvisa i lettori che nessuno ha mai fatto il suo percorso, quindi la sua poesia è difficile da capire, le persone che non conoscono bene la teologia (= lo studio di Dio) potrebbero perdersi e non capire.

Solo chi ha studiato teologia può seguire bene la poesia di Dante ispirata da Dio.

Dante e Beatrice salgono e raggiungono il primo cielo = CIELO DELLA LUNA.

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org

Il cielo della Luna è il cielo più vicino alla Terra.

Beatrice dice a Dante che deve ringraziare Dio per essere arrivato fino in Paradiso. → Dante è arrivato in Paradiso grazie all’aiuto di Dio.

Dante è dentro a una nuvola luminosa ed è meravigliato.

Dante ha di nuovo un  dubbio → cosa sono le macchie nere che si vedono sulla superficie della Luna?

Dante crede che le macchie siano causate dalla maggiore o minore densità della superficie della Luna.

Beatrice spiega a Dante → Le macchie non dipendono solo da un principio fisico, che gli uomini possono conoscere con l’esperienza sensibile (= pratica, esperienza che proviene dai sensi), ma anche da un principio metafisico (= oltre il fisico, oltre l’esperienza sensibile).

=

La diversa luminosità dei corpi celesti deriva dalla luce diversa delle intelligenze angeliche che ci sono nella Luna.

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org