ODISSEA: TAPPA DODICI

Dopo essersi rivelato al figlio e al suo cane fedele Argo, si reca alla reggia dove si fa accogliere come un mendicante. Qui, schernito dai proci, partecipa alla gara di arco organizzata da Penelope, che aveva promesso di consegnarsi in sposa a colui che sarebbe riuscito a scoccare una freccia dal pesante arco del marito facendola passare per le fessure di dodici scuri allineate. Nessuno dei pretendenti riesce anche solo a tendere l’arco, e così Ulisse chiede di poter fare un tentativo. Sotto gli occhi dei proci, dopo aver scaldato l’arma sulla fiamma, Ulisse riesce perfettamente nell’impresa di tendere l’arco e  scoccare.

FINALMENTE A CASA.

odissea12odissea13