ESILIO E MORTE DI NAPOLEONE A SANT’ELENA

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

Dopo la sconfitta definitiva di Waterloo Napoleone è stato costretto ad un secondo esilio,

ancora più lontano del primo: è dovuto andare all’isola di Sant’Elena,

una piccola isola a sud dell’Oceano Atlantico, tra l’Africa e l’America del Sud.

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

Nell’isola di Sant’Elena Napoleone ha passato l’ultimo periodo della sua vita ed è morto da solo,

abbandonato da tutti, il 5 maggio 1821.

Il corpo di Napoleone è stato riportato in Francia e gli sono stati fatti i funerali imperiali.

www.wikipedia.org

www.wikipedia.org

 Il suo esilio ha fatto finire non solo il periodo storico napoleonico ma anche il culto della sua persona.

Napoleone è stato infatti l’uomo più ammirato, odiato e temuto del XIX secolo e ha influenzato anche arte e cultura:

è stato ammirato da molti personaggi famosi: Beethoven, Byron, Stendhal

e  soprattutto dal suo pittore ufficiale: Jacques Louis David.