Questa era una modalità che usava Socrate quando dialogava con i suoi interlocutori.

Si trattava di prendere in giro chi credeva di sapere!

Egli attraverso domande e riflessioni, conduceva il suo interlocutore a capire progressivamente che le sue convinzioni erano assurde. Trovandosi col ragionamento senza vie d’uscite (aporia) l’allievo così capiva che le sue opinioni erano sbagliate e che doveva cominciare a ricercare la vera conoscenza