INFERNO: CANTO TREDICESIMO

E’ il canto dei SUICIDI (violenti contro se stessi) = SETTIMO CERCHIO.

L’ambiente è pieno di piccoli alberi spinosi à sono le anime che per punizione sono state trasformate in alberi.

Virgilio dice a  Dante di staccare un pezzo di albero e la pianta comincia a parlare e lamentarsi. Perché?

Perché le anime dei suicidi sono trasformate in alberi: è questa la loro punizione à perché gli alberi hanno un livello di vita più basso degli uomini à i suicidi hanno disprezzato la vita e sono diventati esseri inferiori.

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org

ATTENZIONE! E’ la prima volta che Dante non incontra e non vede delle anime e non capisce da dove provengono le voci. All’ inizio, infatti, Dante vede solo gli alberi, solo dopo capisce che sono le anime.

Il primo personaggio a parlare è PIER DELLA VIGNA, ministro di Federico II.

Il ministro si è suicidato a causa di una grave accusa politica.

Pier  della Vigna rimprovera Dante perché gli ha rotto un ramo e gli ha fatto male come fanno anche le ARPIE = uccelli che mangiano le foglie e che beccano i rami.

ARPIE = personaggi della mitologia greca col corpo di uccello e la testa di donna, che sono presenti anche nell’ Eneide di Virgilio.

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org

Dante chiede scusa ed è molto colpito da quelle anime e quelle punizioni.

Pier della Vigna racconta a Dante che lui era un ministro  di Federico II e che gli è stato  fedele ed ha sempre fatto bene il suo lavoro.

Pier della Vigna è stato accusato in modo ingiusto e cosi ha deciso di suicidarsi. Pier della Vigna è stato accusato a causa dell’invidia.

Molte persone della corte erano invidiose di Pier della Vigna e del suo rapporto con l’imperatore Federico II.

Ma anche suicidarsi è ingiusto à chi si uccide da solo va conto la legge naturale di Dio à è un peccato!

Pier della Vigna  giura di essere innocente e di non essersi mai comportato male con il suo imperatore! Chiede cosi a Dante di ritornare nel mondo dei vivi e di parlare bene di lui.

Dante è commosso e prova pietà per Pier della Vigna.  Non riesce più a parlargli. Non riesce più a fargli delle altre domande, cosi interviene Virgilio.

Virgilio chiede come le anime entrano negli alberi e se è possibile uscire. il ramo dell’ albero soffia forte ed esce la voce di Pier della Vigna: quando una persona si suicida l’anime esce dal corpo e il mostro Minosse la manda al settimo cerchio. Qui l’anima cade in un bosco dove capita e cresce come un seme che diventa pianta. Le arpie mangiano le sue foglie per sempre e feriscono le  piante per l’eternità.

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org

Dante e Virgilio sentono anche altri rumori: sono due anime nude e graffiate, che scappano e dietro di loro ci sono dei cani neri affamati che riescono e raggiungerle e che mangiano una delle due anime.

Le due anime sono di due uomini che quando erano vivi hanno buttato e sprecato tutti  i loro soldi. (= scialacquatori)

Cosa c’entrano queste anime con i suicidi?

Sono tutte anime che hanno fatto violenze conto se stessi (perché hanno sprecato i loro soldi) e quindi è un peccato grave contro  Dio!

Tratto da: www.wikipedia.org

Tratto da: www.wikipedia.org