PAPI CONTRO IMPERATORI

Negli anni tra il  1000 e il 1060 il popolo cattolico d’oriente, non accettava di essere comandato da Roma, quindi la Chiesa Cattolica si divise in due: La Chiesa Romana d’Occidente, che accettava il potere del Papa,  e la Chiesa d’Oriente, che invece era guidata da patriarchi. Questa divisione fu chiamata Scisma d’oriente.

Ma vi erano anche altri grossi problemi collegati al potere della chiesa:

i riformatori pensavano che gli ecclesiastici non dovevano avere potere politico, e di conseguenza, nel 1059, il papa Niccolò II prese importantissime decisioni.

Egli determinò che:

  1. I cardinali  avrebbero nominato il Papa
  2. L’imperatore avrebbe potuto solo controllare la Chiesa

Questo però non calmò i conflitti tra chiesa e Impero,

che qualche tempo dopo il Papa Gregorio VII scrisse il Dictatus Papae

Alla fine, nel 1122 fu trovato un accordo, e firmarono un patto: il Concordato di Worms.