Dopo la prima Guerra Mondiale la Germania era stata sconfitta.

Hitler la voleva riportare al ruolo di grande Potenza Mondiale.

Egli cercò di andare al potere e attuare i suoi propositi con un colpo di stato nel 1923, ma il tentativo fallì ed egli fu arrestato.

 Durante la prigionia Hitler scrisse un libro in cui spiegò i punti principali del suo programma politico.

Il libro si intitolava Mein Kampf.

Egli riuscì a convincere il popolo tedesco. Loro credettero che grazie al governo di Hitler, avrebbero potuto risolvere i loro gravi problemi economici e sociali.

Tratto da www.indire.it

Tratto da www.indire.it

Così dagli anni 30, il Partito nazista cominciò ad avere sempre più sostenitori.

Il motivo di questo successo fu dovuto a vari fattori e, alle successive elezioni, il Partito nazista ottenne la maggioranza.

 

Nel 1933 il Presidente della Repubblica incaricò Hitler di formare un nuovo governo.

Appena Hitler fu al potere fece chiudere i giornali, i circoli e le associazioni dell’opposizione.

Tutti quelli che non sostenevano il suo governo erano condannati.

Pensa che, anche all’interno del suo stesso gruppo di collaboratori, coloro

che erano sospettati di non condividere pienamente le sue decisioni e il suo programma, furono eliminati.

Egli organizzo nel corso degli anni uno sterminio sistematico a danno della popolazione ebraica europea e di altri gruppi presi di mira dalla sua follia di dominio

Che prese il nome di olocausto