LA TRAMA

I genitori di Giovanna e Tommaso sono separati. Ogni estate i due bambini prendono un battello per andare dal padre. Ma un giorno, a causa di una terribile tempesta, il battello si rovescia e i due bambini fanno naufragio in un’isola.

Qui incontrano il signor Enrico un musicista e poeta, che li accompagna a conoscere l’isola.

Quest’isola è davvero speciale: qui ci sono negozi che vendono parole, un municipio per i matrimoni tra sostantivi e aggettivi, un ospedale per le parole malate e una fabbrica per costruire le frasi … C’è anche l’imperatore Necrode, che vuole eliminare le parole.

Qui, grazie all’aiuto del signor Enrico e di suo nipote, i due bambini, rimasti muti per lo spavento del naufragio, imparano di nuovo a parlare … divertendosi!

Alla fine i due bambini sono salvati e riportati a casa dai genitori.