BIANCANEVE E I SETTE NANI

Immagine1

BIANCANEVE

Immagine2

LA REGINA E LA STREGA

Immagine3 Immagine4 

IL CACCIATORE

Immagine5

I SETTE NANI

Immagine7

BRONTOLO e DOTTO

Immagine8

MAMMOLO e EOLO

Immagine9

GONGOLO

Immagine10

PISOLO

Immagine11

CUCCIOLO

Immagine12

IL PRINCIPE AZZURRO

Immagine13

Immagine14

Immagine15

C’era una volta in un

paese lontano una regina che ebbe una

figlia bellissima, con la

pelle chiara come la

neve.

Il suo nome era

Biancaneve. La regina

morì, quando

Biancaneve era ancora

molto piccola.

Suo papà si risposò con

una donna tanto bella

ma molto cattiva, che

diventò la nuova

Regina.

 

Immagine16La Regina aveva uno

specchio magico e ogni

giorno gli chiedeva:

Specchio magico,

dimmi chi è la più bella

del reame?” Lo

specchio rispondeva

sempre: “Tu sei la più

bella del reame!”.

 

 

Immagine17Però un giorno, lo specchio le rispose:

“Tu sei bella, ma

Biancaneve è la più bella del reame!”

perché Biancaneve era

cresciuta.

La Regina, gelosa, si

arrabbiò tantissimo.

La Regina ordinò ad un

cacciatore di portare

Biancaneve nel bosco e

di ucciderla.

Il cacciatore doveva

portare alla Regina il

cuore di Biancaneve,

come prova della sua

morte.

 

Immagine18

Nel bosco il cacciatore

era pronto ad uccidere

Biancaneve, ma lei

piangendo lo supplicò

di non ucciderla.

Il cacciatore

commosso decise

di salvarla.

Il cacciatore portò il

cuore di un animale

alla Regina per farle

credere di aver ucciso

Biancaneve e riuscì

ad ingannarla.

 

Immagine19

Biancaneve scappò nel

bosco.

Alla sera dopo aver

camminato per tanto

tempo, Biancaneve era

molto stanca e

affamata, vide una

piccola casetta e decise

di entrare.

Nella casetta c’era un

tavolo apparecchiato con

sette piccoli piatti,

sette piccoli bicchieri e

in un’altra stanza,

c’erano sette piccoli

letti.

Biancaneve affamata

mangiò tutto, poi stanca

si addormentò

occupando tutti i lettini.

 

Immagine20

Più tardi tornarono i Sette Nani che lavoravano in

miniera, videro sorpresi Biancaneve che dormiva sui

loro lettini!

 Quando Biancaneve si svegliò vide davanti a sette

nanetti.

Immagine8

Il primo disse:

“Io sono Dotto e mi

chiamo così perché sono

il più saggio”

 

 

Il secondo disse: “Mi

chiamano Brontolo

perché mi lamento

sempre”

Immagine10

 

Il terzo che era sempre

allegro si chiamava

Gongolo.

 

 

 

 

 

 

Immagine11

Pisolo, il quarto nano,

aveva sempre sonno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine9

Eolo provò a presentarsi

ma starnutiva

in continuazione.

 

 

Nascosto dietro ad Eolo

c’era Mammolo, il nano

più timido e vergognoso.

 

 

Immagine12

Per ultimo c’era

Cucciolo, il nano più

giovane e l’unico senza

barba.

Biancaneve si presentò e

raccontò ai Nani la sua

triste storia.

Loro commossi chiesero

a Biancaneve di rimanere

a vivere con loro nel

bosco, per aiutarli a

cucinare e pulire la loro

casa.

 

Biancaneve sorridendo accettò di vivere con

loro.

 I giorni passarono in allegria, Biancaneve e i

Sette Nani fecero amicizia divertendosi molto.

Immagine21

Immagine22

Ma un brutto giorno la

Regina scoprì che Biancaneve era ancora

viva e pensò di nuovo a

come ucciderla.

 

 

La Regina andò in una

stanza segreta del

castello dove non

entrava nessuno e

preparò una mela

velenosissima.

La mela era rossa e

molto bella.

La Regina si travestì

da vecchietta e portò

la mela a Biancaneve.

 

 

Immagine23

La Regina bussò alla

casa dei sette nani,

Biancaneve si affacciò

alla finestra e disse:

“Non posso far entrare

nessuno” e la strega

rispose: “Non aver

paura, volevo solo

regalarti una mela”.

Appena Biancaneve

morse la mela cadde a

terra morta. La strega

fuggì e precipitò in un

burrone.

Quando i Nani tornarono a casa, trovarono

Biancaneve morta. I Nani decisero di mettere

Biancaneve in una bara di cristallo circondata da

fiori, così tutti potevano vederla

Immagine24

Un giorno passò un bel principe e vide Biancaneve. Rimase

ore e ore a guardarla e si innamorò di leiLa baciò

delicatamente e Biancaneve si svegliò come da un sonno

profondo

Immagine25

Immagine26

L’amore era più forte

della morte. Tutti

erano contenti;

Biancaneve e il

principe si sposarono e

vissero felici e

contenti..