A causa della montuosità del territorio e dalla sua scarsa fertilità nella regione non è possibile effettuare colture di pregio. Le aree agricole sono  differenziate per caratteristiche produttive: privilegiate risultano le valli dell’Agri e dell’Ofanto, oltre alla piana di Metaponto, utilizzata da un’orticoltura specializzata e intensiva. Le colture più estese sono quelle del frumento, seguito da altri cereali che, in buona parte, costituiscono materia prima per l’industria alimentare lucana (avena, orzo, mais), e delle patate; abbastanza diffusi sono la vite (uva da vino), l’olivo, presente nelle aree collinari, e gli agrumi, nelle piane ioniche.

Una discreta importanza ha l’allevamento, quasi esclusivamente ovino, che consente la produzione di pregiati formaggi (come il famoso pecorino lucano).

 

Coltivazione di uliveti Da: www.flickr.com

Coltivazione di uliveti
Da: www.flickr.com