L’Abruzzo si può suddividere in una zona occidentale montagnosa, costituita da rilievi intervallati da valli e in una orientale, collinare che scende dolcemente verso il Mare Adriatico. La prima è delimitata da una serie di montagne che costituiscono la parte più elevata dell’Appennino centrale: Monti della Laga, Gran Sasso, Maiella.La zona orientale, esterna, costituita da terreni argillosi  presenta profili generalmente arrotondati

I fiumi maggiori, che hanno origine nell’altopiano, sono il Tronto, Aterno e Sangro. La circolazione di acque sotterranee esercita una funzione idrografica molto importante perché le numerose risorgive equilibrano il regime dei corsi d’acqua.

Il litorale è basso ed uniforme, lungo circa 170 km, ha quasi ovunque spiagge sabbiose piuttosto strette interrotte dalle foci dei corsi d’acqua.

Da:www.flickr.com Carsismo, acque sotterranee

Da:www.flickr.com
Carsismo, acque sotterranee

 

 

Da:www.wikipedia.org Gran Sasso

Da:www.wikipedia.org
Gran Sasso